Sicurezza sul lavoro



GAIA da sempre pone al centro della propria cultura aziendale e dei propri processi produttivi la tutela della salute e della sicurezza e l’integrità psico-fisica delle persone, siano esse dipendenti propri o appaltatori. Il percorso verso l’eccellenza inizia con il conseguimento della certificazione sulla sicurezza OHSAS 18001 ottenuta per la prima volta nel 2007 e rinnovata fino al 2019, anno in cui è stata effettuata la migrazione a ISO 45001, con applicazione del modello di miglioramento continuo (PDCA).

Il campo di applicazione si estende a tutte le attività aziendali che riguardano in modo prioritario la gestione integrata dei rifiuti, finalizzata al recupero ed allo smaltimento degli stessi, secondo il principio gerarchico espresso dalla normativa nazionale e comunitaria e comprende tutte le unità operative di GAIA.

 

Indicatori e valutazione dei rischi

 

La valutazione di rischi, sulla base di quanto disposto dal D.Lgs. 81/08 e smi viene svolta seguendo una procedura generale definita all’interno del SGI aziendale.
L’analisi è estesa a tutte le situazioni ordinarie e non (situazioni anomale ed emergenza); all’ identificazione dei pericoli segue una valutazione dell’importanza dei rischi connessi, tenendo conto di tutte le conseguenze che possono determinare sulle persone e sulla proprietà in assenza di eventuali sistemi di controllo previsti o in essere.
I risultati della suddetta valutazione costituiscono l’input per la stesura degli obiettivi e per lo sviluppo delle misure di sicurezza aggiuntive per il controllo del rischio (prevenzione e protezione). La stessa metodologia viene utilizzata per esaminare non solo le attività esistenti, ma anche quelle in corso di pianificazione, al fine di valutarle secondo l’ottica della sicurezza.

 

Infortuni sul lavoro: indici di frequenza e gravità

 

Le modalità più frequenti di infortunio sono rappresentate prevalentemente da cadute, urti da oggetti, tagli-punture mano/braccio. Negli impianti, dalle statistiche degli infortuni per mansioni, si osserva una distribuzione omogenea degli infortuni; ciò dimostra che non ci sono carenze nella gestione delle attività e prestazione dei macchinari.

 

All’interno degli impianti di GAIA nel 2019 si sono registrati n. 4 infortuni. L’indice di frequenza complessivo per infortuni è pari a 18,39 e di gravità 0,84.