LE ATTIVITA’ DI GAIA



I video seguenti illustrano le attività di GAIA attraverso le immagini del sistema impiantistico nella Provincia di Asti – nato agli inizi degli anni 2000 – e che ad oggi mira a diventare un esempio virtuoso di economia circolare, con un sistema integrato certificato che lavora circa 118.000 t di rifiuti all’anno e punta a incrementare  ulteriormente il quantitativo lavorato e la percentuale di rifiuti recuperati che ad oggi si assesta al 50%.


Le attività di GAIA (completo)



    Il video è stato girato negli impianti di GAIA nel 2014.


Le ecostazioni - parte I


Le ecostazioni sono aree attrezzate a disposizione dei cittadini per il conferimento dei rifiuti da avviare al recupero o al corretto smaltimento. La funzione primaria è di assicurare la raccolta differenziata e la divisione dei materiali che non trovano collocazione nel normale circuito di raccolta a causa delle dimensioni (rifiuti ingombranti o voluminosi) oppure a causa della loro qualità (rifiuti pericolosi, RAEE, macerie edili…).


    In Provincia di Asti ci sono attualmente 12 ecostazioni.


Impianto di compostaggio - parte II


L’impianto di compostaggio recupera e trasforma tramite processo aerobico i rifiuti organici (scarti di cucina, sfalci e potature) in compost di qualità per l’agricoltura. Dal 2005 il Compost prodotto da GAIA è certificato con il marchio di qualità CIC (Consorzio Italiano Compostatori).


    Attualmente in fase di revamping. Riaprirà a fine 2019.


L'impianto di Valorizzazione - parte III


L’impianto di valorizzazione – situato all’interno del Polo Trattamento Rifiuti che è costituito da 2 unità principali: la prima per i materiali provenienti dalle raccolte differenziate e la seconda per i rifiuti urbani residuali – tratta e avvia al recupero i materiali provenienti dalla raccolta differenziata, migliorandone la qualità.

 

All’interno del Polo, inoltre, vi sono aree di stoccaggio per i RAEE (Rifiuti da apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), i rifiuti da giardinaggio, le sabbie di spazzamento, l’organico, in attesa di essere inviati ai recuperatori.



L'impianto di TMB e Discarica per RnP - parte IV


L’impianto riceve i rifiuti indifferenziati e li tratta (Trattamento Meccanico Biologico) per abbattere l’impatto ambientale in discarica.

La discarica per rifiuti non pericolosi è utilizzata per lo smaltimento finale degli scarti non recuperabili, provenienti dagli impianti.


     

     



torna all'elenco